Per gli uomini Replica Watch DeWitt Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. (secondi morti)

Quando una Maison compie il passo (gigante) in direzione del suo primo Calibro di manifattura, cerco sempre di ritagliarmi un po’ di tempo per scrivere qualcosa. Paradossalmente non storco neanche mai il naso – come tanti – quando leggo di segnatempo equipaggiati da movimenti-base commerciali: sono del parere che, quando presentino certe finiture e complicazioni aggiuntive, abbiano veramente poco a che spartire con il progetto originale.

Save

DeWitt Twenty-8-Eight Regulator A.S.W.

L’orologio DeWitt Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. di cui ti parlerò oggi è stato presentato sul mercato i primi giorni del mese scorso, a ridosso con il rush finale natalizio, ma monta il Calibro DW 8014 – famoso per DeWitt perché nel marzo 2010 fu presentato a Baselworld come il primo movimento meccanico automatico con tourbillon a essere stato interamente realizzato nella fabbrica di Meyrin.

A.S.W. sta per Automatic Sequential Winding. E’ l’acronimo utilizzato per definire la sua massa oscillante periferica, collegata a un anello che nella parte superiore ha un profilo sinusoidale. Quando questo elemento dalla forma inconsueta ruota, attiva il dispositivo (brevettato) A.S.W. il quale si occupa di mantenere sempre in valori ottimali la forza motrice della molla di carica – esattamente tra il 92 e il 96% della sua capacità.

Come funziona il sistema A.S.W. ? Due piccoli bracci che seguono quel profilo sinusoidale assicurano che la carica del bariletto arrivi fino al 96%; arrivati a questo valore, un’altra leva le sgancia dal dente della ruota e continua a far muovere le due prime leve nel vuoto, come se si azionasse una frizione. Il movimento si muove così grazie all’energia immagazzinata fino a che, raggiunto di nuovo il 92% della sua forza, il processo riparte. Con A.S.W. si vuole mimare il comportamento della carica manuale di un singolo bariletto eliminando gli effetti negativi delle fluttuazioni che di solito affliggono i Calibri automatici.

Questo aspetto è molto importante nell’ambito della ricerca della precisione ed è un punto su cui DeWitt investe da tempo (leggi anche l’articolo sul Academia Tourbillon Force Constante à Chaîne).

DeWitt Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. – Calibro DW 8014

Il Calibro DW 8014 è composto di 320 elementi: il suo tourbillon, che rappresenta la parte “classica” del movimento, riceve un’energia fluida e si può “concentrare” a operare con la massima precisione coadiuvato da una spirale Straumann Hairspring® con curva Phillips.
Il DeWitt Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. ha un “cuore” davvero sofisticato.

L’orologio è un tributo alla “grande mela”. Il suo quadrante composto di diversi livelli è la rappresentazione Decò della città di New York e mostra un grattacielo con quattro colonne alla cui base risalta la gabbia a vista del tourbillon. Il resto è un gioco di livelli e trasparenze.

Le ore e i minuti sono indicate al centro con lancette a spada e un’altra particolarità del Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. è che questa riserva di energia continua gli ha praticamente “regalato” anche un’altra bellissima complicazione: quella dei “secondi morti” (te ne ho parlato approfonditamente qui). La lancetta si muove e si ferma secondo per secondo.

La cassa è in oro rosa 18 K e misura 46 mm.

contaminuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *